LATTE DI SICILIA - LIMITED EDITION

C’è la Sicilia, quella autentica e vera fatta dai suoi elementi più espressivi
e quella particolare del microcosmo di Castelbuono,
laddove nascono da oltre quaranta anni i nostri biscotti.
Ma c’è anche quella Sicilia
che sa innovarsi per andare incontro alle nuove sfide
pur non dimenticando il suo legame
con la tradizione.

Sono oggetti da collezionare, da mettere in mostra per la loro unicità.
Si chiamano Efesto e Anna e fanno parte della linea Arcà,
la nuova collezione in serie limitata delle latte d’autore,
nate dall’estro e dalla creatività di Angela Sottile,
artista, ceramista, restauratrice di Castelbuono.

A lei abbiamo chiesto di realizzare scatole da collezione
in grado di rendere in immagini e forme
gli assi portanti della nostra filosofia produttiva:
ricerca, tradizione e creatività.

La tecnica utilizzata per questa prima edizione della linea Arcà
è quella del collage digitale realizzato mescolando
parti dipinte a mano da Angela con elementi grafici e fotografici.
In questa combinazione ognuno degli elementi perde la propria identità
diventando altro grazie all’istintiva ricerca di senso che porta
alla nascita di una nuova, e del tutto credibile, realtà.

All’interno di Arcà, le latte d’autore,
che saranno disponibili in un numero limitatissimo,
ci saranno i Ricci alle mandorle e al Pistacchio,
i Cosi chini, i Zuccotti, le Praline al cocco
e gli ultimi nati della nostra gamma produttiva,
i Cantucci con mandorle tostate
e quelli con cioccolato di Modica IGP.

Efesto è l’anima della Sicilia nelle sue mille contaminazioni e sfumature.
Un viaggio nell’isola attraverso i colori, gli odori e i suoni.
Sul coperchio la testa di moro, elemento simbolico e identitario della nostra isola,
è interpretata usando un volto classico.

La storia che invece si sviluppa lungo i lati,
prende spunto da quelle dei pannelli dei cantastorie presenti nel carretto siciliano,
a partire dai colori, il celeste, il rosso e il giallo,
ed è un viaggio che attraversa i punti salienti della Sicilia,
in una dimensione onirica: ci sono i pupi il cui scudo diventa nuvola di pioggia,
i pesci che nuotano in uno spazio che è allo stesso tempo acqua
e cielo dietro un mandorlo in fiore, la barca a vela,
il vulcano che erutta rose che svela l’anima creativa e dinamica della Sicilia.
E poi ancora i ricami delle maioliche, la pigna in ceramica che diventa albero,
il sole che è il denaro delle carte siciliane.

Anna invece vuole celebrare Sant’Anna,
la patrona di Castelbuono e far scoprire il linguaggio universale
delle feste patronali in Sicilia f
atto di gioia, devozione, colori e ritualità.

In questo caso il riferimento è l’arte popolare della pittura su vetro dei Pincisanti,
fatta da semplicità e poche pennellate caratterizzato
da un’immediatezza espressiva.
Sul coperchio è rappresentato il reliquario che agli occhi del fedele diventa
un cielo stellato dove perdersi sotto un manto d’argento che abbraccia e protegge.
Nei lati invece è raccontata la festa: le luminarie, i ricami delle coperte appese ai balconi,
la sfilata di candele della processione, gli ex voto
e uno dei putti della Cappella Palatina del Castello dei Ventimiglia dedicata proprio a Sant’Anna.

Trovi le latte d’autore Tumminello da rivenditori autorizzati.
Contattaci per conoscere il punto vendita più vicino a casa tua

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Il tuo numero di telefono (richiesto)

    Città (richiesto)