Solo ingredienti genuini, passione e sapori autentici.

Oggi il consumatore è sempre più attento ai diversi aspetti della qualità. Oltre a quelli intrinseci del prodotto, il consumatore è attento ai cosiddetti valori aggiunti culturali, come la tipicità e la denominazione d’origine.

Per garantirvi tutto ciò è necessario mettere sotto controllo l’intero processo di produzione degli alimenti dal campo alla tavola. Noi lo facciamo ogni giorno. Il nostro impegno è fondamentale, strategico, rigoroso e trasparente.

Crediamo che la qualità dei nostri prodotti si fondi sull’utilizzo di materie prime esclusivamente prodotte in Sicilia, controllate e di alta qualità. Crediamo che sia necessario coinvolgere totalmente i fornitori per il raggiungimento di un costante livello di qualità ed è per questo che abbiamo instaurato un rapporto diretto con  tutti i nostri fornitori. Crediamo che in una società come la nostra, chi come noi opera responsabilmente per il benessere, debba sviluppare, produrre e vendere prodotti sani e gustosi. Crediamo che il consumatore si senta maggiormente “sicuro” quando sa da dove proviene il prodotto e quando sa che è stato sottoposto a un controllo in tutte le fasi della sua produzione.

Noi vogliamo farvi stare bene.

Ed è per tutti questi motivi che noi abbiamo instaurato negli anni un fortissimo legame con i prodotti della nostra terra, utilizzando solo farinalatte, uova da galline allevate all’aperto, manna, limoni, vere mandorlemielefrutta secca esclusivamente prodotti in Sicilia. L’impegno di tutti i responsabili di ciascuna fase della nostra filiera alimentare nell’esecuzione accurata dei propri compiti, nel rispetto delle norme vigenti e nell’adozione di tecnologie sempre più adeguate, è condizione indispensabile per garantire il mantenimento della qualità dei nostri prodotti, sia in termini di sicurezza che di gusto. Per noi è importante garantirvi ogni giorno la qualità sotto diversi aspetti quali quella igienico-sanitaria, nutrizionale, sensoriale, tecnologica e ambientale.

SOLE DI SICILIA
SOLE DI SICILIA
GRANI ANTICHI SICILIANI:TUMMINIA, MAIORCA, PERCIASACCHI, MADONITA

La farina di Timilia, un antico grano duro siciliano caratterizzato da un basso indice di glutine e la farina di Maiorca, un antichissimo grano tenero da secoli coltivato in Sicilia e noto per essere tra i più poveri di glutine.

Questi frumenti sono coltivati e lavorati in biologico, mantenendo intatte tutte le caratteristiche nutrizionali e organolettiche. Oltre all’assenza di OGM, questi grani vengono anche macinati a pietra, permettendo di conservare tutte quelle proprietà che rendono il prodotto non solo più sano, ma anche più digeribile.

ARANCE DI SICILIA

100% naturali

100% siciliane

FINISSIMO CIOCCOLATO
DI MODICA IGP

Cioccolato di Modica I.G.P. biologico fondente 70% con zucchero Mascobado

Cioccolato fondente di grande carattere, la massima espressione dell’aroma del Nacional in perfetto equilibrio con le note di liquirizia  dello zucchero di canna grezzo Mascobado.

Il cioccolato di Modica o cioccolato modicano si ottiene da una particolare lavorazione “a freddo” del cioccolato che esclude la fase del concaggio. Nel 2018 il cioccolato di Modica ha ottenuto dall’Unione europea il riconoscimento di Indicazione geografica protetta.

LIMONI DI SICILIA

Il limone è un vero e proprio dono della natura, fin dall’antichità veniva considerato una sorta di “panacea per tutti i mali”. È un frutto indispensabile e insostituibile per gli innumerevoli effetti benefici e curativi: protegge il sistema immunitario, aiuta la digestione, riduce i livelli di colesterolo, contrasta l’arteriosclerosi sono solo alcuni dei benefici di questo frutto. Il contenuto calorico dei limoni, inoltre, è molto basso, mentre è molto ricco di acido citrico, acido malico, olii essenziali, oligominarali con abbondanza di potassio, vitamina A ,B e C. Il limone in cucina viene largamente usato, sia sotto forma di succo, sia come condimento e va ad arricchire molti piatti. La sua scorza, molto aromatica, viene spesso inserita negli ingredienti per preparare ed insaporire i dolci.

MANDORLE DI AVOLA
DI PRIMA QUALITÀ

Ingrediente principe della pasticceria siciliana la Mandorla si distingue in tantissime varietà. Originarie della zona di Avola, sono le cultivar di mandorle più pregiate sui mercati internazionali. L’epoca di fioritura precoce, di fatto in pieno inverno, permette a queste cultivar di proliferate solo nelle zone di marina e di bassa collina, dove sono molto rare le gelate tardive. Per le indiscusse qualità nutrizionali che le contraddistinguono dalle altre mandorle sono tra le più ricercate per uso dietetico.

Per approfondire: consorziomandorlaavola.it

PISTACCHIO DI BRONTE

Il pistacchio di Bronte deve le sue caratteristiche pregiate e uniche al suo territorio: evidente è lo straordinario connubio tra la pianta e il terreno lavico che, concimato continuamente dalle ceneri vulcaniche, dà origine a un frutto che, dal punto di vista del gusto e dell’aroma,supera come qualità la restante produzione mondiale.  Il sapore è nettamente più deciso, grazie alle caratteristiche del terreno, ricco di sostanze minerali anche per via delle frequenti colate laviche dell’Etna.

Il Pistacchio di Bronte è dolce, delicato, aromatico.

LATTE FRESCO
RAGUSANO

Solo latte fresco proveniente da mucche siciliane allevate nei pascoli delle vallate ragusane. Vallate verdi ed incontaminate di una delle zone più verdi della nostra isola. Un latte fresco che ricorda l’infanzia di qualche
decennio fa, quando Pietro “lattaio” con la sua brocca di metallo versava nelle nostre scodelle di ragazzi il latte appena munto, semplice e genuino.

OLIO EXTRA VERGINE
DI OLIVA
UOVA FRESCHE DA GALLINE
ALLEVATE ALL'APERTO

Uova provenienti da allevamenti non intensivi in cui l’animale ha la possibilità di muoversi liberamente in spazi naturali e alla luce del giorno e non artificiale. Libero di vivere, mangiare e produrre uova vere di campagna, calde pronte da raccogliere per essere utilizzate.

Manna di Sicilia
L’oro bianco delle Madonie

La produzione di manna è un processo complesso e delicato, frutto di un fragile equilibrio tra uomo e natura. Viene prodotta esclusivamente nel territori di Castelbuono e Pollina (in provincia di Palermo).

È una resina naturale, una sostanza zuccherina che viene estratta dall’albero di frassino.

Ciò che la rende particolarmente interessante nel mondo della biscotteria è che si tratta di uno strepitoso dolcificante naturale a basso contenuto di glucosio e fruttosio, utilizzabile come dolcificante per diabetici.

Per approfondire: La Manna di Sicilia. Storia, proprietà e curiosità

I nostri “perchè” dei grani antichi

I tempi moderni ci hanno abituati a mangiare la tradizionale farina di grano tenero bianca 0 o 00 con la quale produciamo quasi tutto: pane, pasta, prodotti da forno, dolci, ecc. Questa farina però è ricavata da un grano prodotto su larga scala, selezionato e modificato nel corso degli anni per rendere più ricca e abbondante la produzione, un grano tra l’altro molto povero dal punto di vista nutrizionale e ricco di micro tossine poiché proveniente dal Canada, Russia con navi in cui viene stivato per mesi

Eccovi allora 10 motivi per cui dovreste iniziare a preferire i grani antichi

Non sono stati alterati geneticamente dall’uomo

per questo hanno una resa molto minore rispetto al più diffuso grano moderno. Non vengono lavorati a livello intensivo con uso di concimi azotati e glifosato, perché sono naturalmente molto resistenti alle erbe infestanti per la loro altezza e alle micotossine perché crescono facilmente in ambienti aridi con alto tasso di
siccità.

Sono meno raffinati e più nutrienti

poiché vengono lavorati con macinazione a pietra, in quanto presentano un indice di glutine molto diverso rispetto ai grani moderni, il quale rende difficile e poco compatibile la loro lavorazione con le moderne tecnologie di pastificazione. Studi comparati tra varietà di frumento antiche e moderne hanno evidenziato che le prime abbassano o annullano la produzione di citochine pro-infiammatorie nell’organismo umano e possiedono inoltre elevate quantità di vitamine e minerali e di rame, ferro, zinco e magnesio.

Contengono una diversa qualità di glutine.

Il glutine nei grani antichi non si distingue, dal punto di vista quantitativo, rispetto alle varietà moderne, ma dal punto di vista qualitativo. Ad essere diverso è infatti l’indice di glutine, un parametro che ne esprime la forza, la cui lavorazione è più difficile e poco compatibile con le moderne tecnologie di pastificazione. Le proteine del glutine delle varietà di frumenti antichi contengono inoltre meno ‘epitopi tossici’, le sequenze aminoacidiche riconosciute dai linfociti dei soggetti celiaci. Una dieta a base di varietà di frumento con meno ‘epitopi tossici’ potrebbe perciò aiutare la prevenzione della celiachia, in considerazione di diversi fattori associati alla sua insorgenza.

Aiutano a combattere il colesterolo, la glicemia e le malattie cardiovascolari.

Un recente studio ha messo in evidenza che l’utilizzo di farine di grani antichi provoca da un lato un abbassamento significativo sia del colesterolo totale, sia di quello LDL (o ‘cattivo’) e del glucosio nel sangue. Riscontrando, d’altro canto, un aumento delle cellule staminali in circolazione, mobilizzate dal midollo osseo, che sono in grado di riparare i vasi sanguigni danneggiati.

Sono ricchi di polifenoli, carotenoidi, tocoferoli e fibre

a cui vengono attribuite importanti funzioni di nutraceutica, incluse le attività antitumorale, antinfiammatoria, immunosoppressiva, cardiovascolare, antiossidante e antivirale.

Sono più buoni e pregiati

poiché essendo moliti a pietra e lavorati tradizionalmente mantengono intatte le loro proprietà organolettiche e quindi hanno sfumature di odori e sapori che l’industriale grano moderno può solo sognarsi.

Tutelano la biodiversità

ovvero le differenze naturalmente presenti in natura tra i grani per nazione e regione. Questi grani infatti, proprio perché i costi di produzione sono più elevati a fronte di una resa più bassa, hanno rischiato di scomparire.

Vengono coltivati biologicamente, artigianalmente o semi-artigianalmenteversità

e quindi sono lontani dalla dimensione industriale e da tutte le manovre economiche che mette in atto pur di vendere un prodotto di massa a basso prezzo.

Richiedono lavorazioni artigianali

proprio perché possiedono un indice di glutine generalmente più basso, devono necessariamente essere lavorati con più attenzione. Chiedono temperature più basse di lavorazione e tempi più lunghi di lievitazione.

Danno valore al piccolo produttore

che coltiva la terra con un’etica diversa, l’etica dell’amore e del rispetto ed esigenze del nostro organismo e della natura. Generalmente inoltre, il mercato dei grani antichi è a filiera corta, con grande vantaggio per il consumatore.

“Cioccolato di Modica IGP”

Anche nella scelta del cioccolato, abbiamo voluto soddisfare i palati più esigenti preferendo un prodotto d’eccellenza siciliana come il cioccolato di Modica.
La corretta lavorazione del Cioccolato di Modica prevede una lavorazione a freddo, senza aggiunta di burro di cacao e lecitina di soia come emulsionante – non concandolo, ovvero non raffinandolo.
In questo modo i granelli di zucchero non si sciolgono e non si amalgamano con la massa di cacao, conferendo al Modica quella consistenza granulosa, friabile e un po’ più tenace rispetto ai soliti cioccolati.
Tutte caratteristiche che rendono il Modica l’unico cioccolato IGP al mondo. Il rinomato cioccolato svizzero, quello francese, il belga come anche l’ottimo cioccolato di Torino o Perugia per quanto buoni, non sono IGP.
Il motivo è semplice, a parte lievi differenze, questi cioccolati in linea di massima sono tutti uguali fra di loro.

IL CIOCCOLATO DI MODICA IGP è l’unico cioccolato diverso e quindi unico.
Questo è il segreto dei biscottini al cioccolato di Modica e zucchero Mascobado

Siamo gli unici in tutta la Sicilia ed Italia a fare un biscotto con il cioccolato di Modica Igp per il quale abbiamo ottenuto autorizzazione per l’utilizzo da parte del Ministero delle politiche agricole.